CASTELLAMONTE - Salta in extremis il Carnevale di Castellamonte. Mercoledì niente sfilata dei carri e niente rogo del Re Pignatun. L'edizione 2020, organizzata nelle ultime settimane dopo il passo indietro della Pro loco, si chiude quindi in anticipo (almeno per il momento) a causa del coronavirus. Il Comune, infatti, in ottemperanza all'ordinanza di Regione e Ministero, ha «sospeso tutte le manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa nonché della chiusura delle scuole di ogni ordine e grado che
comportano un assembramento di persone».
 
Tra questi eventi sono sospesi anche lo storico carnevale di Castellamonte e le manifestazioni carnevalesche previste nelle frazioni. Il Comune ha bloccato anche tutte le attività del Centro Congressi Martinetti, della Sala Consiliare, delle palestre pubbliche e private e delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado. «Per quanto riguarda i mercati del lunedì e del venerdì, in accordo con altre Amministrazioni Comunali non si ritiene opportuno disporne la sospensione, in quanto si svolgono all’aperto e non comportano un assembramento di persone», fanno sapere dal palazzo Antonelli.
 
Si consiglia di limitare gli accessi dei visitatori presso le Case di Riposo alle strette necessità dei pazienti. Le funzioni religiose sono sospese ed in caso di funerali si precisa che non verranno celebrati i Santi Rosari, consigliando di usare forme alternative di vicinanza al lutto (esempio, telefonate, messaggi, mail). Potrà essere effettuata la benedizione della salma del defunto nel cimitero. Gli Uffici comunali saranno regolarmente aperti, tuttavia si pregano gli utenti di recarsi agli sportelli solo se strettamente necessario.

Galleria fotografica

Articoli correlati