Mezza città di nuovo al freddo. A Castellamonte è tempo di disagi a causa della rete del teleriscaldamento. In questi giorni si sono moltiplicate a dismisura le segnalazioni di disservizi con acqua «calda» mai sopra i 50 gradi e termosifoni al massimo tiepidi. Una situazione che, ovviamente, sta creando forti disagi ai cittadini servizi dalla rete del teleriscaldamento alimentata dalla centrale ex Asa di strada del Ghiaro. In tanti si sono rivolti in Comune per chiedere provvedimenti contro Eurotec, l'azienda che ha acquisito il teleriscaldamento della città dopo il fallimento Asa.
 
«Abbiamo già multato l'azienda che gestisce il servizio per questi disservizi - spiega il sindaco Pasquale Mazza - anche perchè abbiamo rilevato altre inadempienze rispetto al contratto che sono state prontamente contestate dai nostri uffici. E' chiaro che si tratta di un grosso problema perchè le case devono essere riscaldate a norma e con questo freddo la mancanza di un servizio di questo tipo può anche generare dei problemi di carattere sanitario».
 
Per questo motivo il Comune ha deciso di procedere anche legalmente nei confronti della ditta: «Abbiamo deciso di procedere con una segnalazione ai carabinieri per interruzione di pubblico servizio - conferma il primo cittadino - e, a breve, convocheremo un'assemblea con tutti gli utenti per fare il punto della situazione. Se i privati cittadini vorranno procedere con una class action noi daremo il nostro supporto».

Galleria fotografica

Articoli correlati