I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ivrea, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato un 26enne moldavo che durante un controllo avvenuto a Castellamonte giovedì pomeriggio, alla richiesta di un documento di identità, ha esibito una carta di identità valida per l’espatrio rilasciata dalle autorità romene poi risultata falsa.
 
Gli accertamenti svolti dai militari hanno infatti permesso di appurare che si trattava di un documento perfettamente falsificato, riportante la fotografia del moldavo ma generalità diverse. Si è quindi scoperta la vera identità del 26enne: Bulmaga Andrei, di nazionalità moldava, incensurato, sprovvisto di regolare permesso di soggiorno. Nei suoi confronti è quindi scattato l’arresto per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per uso di atto falso perché è stato anche trovato in possesso di una patente di guida falsa. Entrambi i finti documenti sono stati sequestrati.
 
Venerdì, dopo la convalida dell’arresto, il Tribunale di Ivrea ha proceduto al giudizio con rito direttissimo, a seguito del quale Bulmaga Andrei è stato condannato, con patteggiamento, alla pena di 11 mesi di reclusione, con la concessione della  sospensione condizionale della pena e l’immediata liberazione.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati