Il Comune di Castellamonte conferirà questa sera la cittadinanza onoraria all'astrofisica Giovanna Tinetti. Questa mattina la ricercatrice, al Centro congressi Martinetti, ha incontrato le classi quinte del Liceo Artistico Felice Faccio e alcune classi della Scuola Media Cresto.

Annunciata dal sindaco Pasquale Mazza che ha ringraziato per la collaborazione le scuole e i dirigenti scolastici della città, l'astrofisica Tinetti ha ringraziato Castellamonte per l'accoglienza: "E' stato commovente tornare qui e vedere tutto l'affetto della città. Qualcosa di davvero unico". Poi la professoressa ha tenuto una lezione su pianeti, fisica e astronomia per i ragazzi partendo dal sistema solare per arrivare alla grande scoperta che l'ha resa nota in tutto il mondo. Una bella lezione che ha colto l'attenzione dei ragazzi anche grazie a numerosi riferimenti cinematografici, da Interstellar a Star Wars.

Laureata all'Università di Torino in fisica teorica ha poi ottenuto due master, uno in astrofisica e l'altro in energetica ed il dottorato nel 2003. Ha lavorato al Jet Propulsion Laboratory della NASA e al Politecnico della California. E' professore di astrofisica dal 2013 alla University College London. Medaglia Moseley nel 2011 è nota a tutto il mondo per la scoperta della presenza di acqua e metano sul pianeta extrasolare K2-18b, un gigante gassoso che si trova a 63 anni luce dalla Terra. La scoperta, pubblicata a settembre su Nature Astronomy, rappresenta il primo rilevamento atmosferico avvenuto con successo su un esopianeta che orbita nella "zona abitabile" della sua stella, a una distanza in cui l'acqua potrebbe trovarsi allo stato liquido.

Questa sera, alle 21, la Biblioteca Civica di Castellamonte ha organizzato, sempre nel Salone Martinetti, una serata con la castellamontese Giovanna Tinetti. Una serata libera a tutti con l'invito a partecipare esteso a tutta la cittadinanza.

Galleria fotografica

Articoli correlati