«Maliarosa» itinerante in questi giorni che anticipano l'arrivo del Giro d'Italia in Canavese. La moto realizzata da Aldo Querio Gianetto (sindaco di Colleretto Castelnuovo e produttore di motociclette fuoriserie) in questi giorni fa bella mostra di se nella vetrina della pasticceria Pan Belmonte di Castellamonte, proprio di fronte al municipio della città della ceramica. Una presenza non casuale dal momento che la pasticceria ha promosso una scatola celebrativa in edizione limitata dell’omonimo dolce, con tanto di antico logo del negozio disegnato da Carlin Bergoglio.

La moto farà tappa anche a Cuorgnè in occasione del «chilometro Rosa». L'idea della moto realizzata, ovviamente, in un unico esemplare, si è concretizzata quando è stato ufficializzato il passaggio del Giro d'Italia in Canavese e, in particolare, proprio a Colleretto Castelnuovo.

La tappa del 24 maggio, che terminerà al Serrù (sopra Ceresole Reale), vivrà tra il santuario di Santa Elisabetta e il Pian del Lupo uno dei momenti più significativi. Sulla carena della moto c’è disegnata la mappa del percorso che dovranno seguire i corridoti. Maliarosa verrà offerta al vincitore del 102° Giro d'Italia, che dovrà tornare a Colleretto Castelnuovo per ritirare l'originale e ambito premio.

Galleria fotografica

Articoli correlati