Si scaldano i motori per l'edizione numero 59 della Mostra della Ceramica di Castellamonte. In questi giorni il Comune ha iniziato i preparativi per organizzare la tradizionale kermesse dedicata all'eccellenza locale. Con alcune novità, a partire dalle date. Per la prima volta, infatti, la Mostra si sposta a luglio: quest'anno Palazzo Botton e il centro congressi Martinetti ospiteranno le ceramiche dal 20 luglio al 4 agosto, in anticipo di circa un mese rispetto al periodo tradizionale d'agosto.

Oltre all'aumento di budget (l'edizione 2018 è costata 82 mila euro) e alla conferma del curatore, Giuseppe Bertero, il Comune ha deciso di confermare anche il concorso aperto ai ceramisti di tutto il mondo, «Ceramics in love». L'obiettivo è valorizzare l’arte ceramica «in tutte le sue tecniche e destinazioni d’uso, dal design all’artigianato, e di promuovere il territorio di Castellamonte».

Novità del concorso la presenza di due sezioni, «Arte» e «Design», con relativi premi alle opere che la giuria valuterà come le migliori. Tutte le opere in concorso, invece, come per l'edizione 2018, faranno parte dell'esposizione di palazzo Botton che sarà il cuore della Mostra. Le opere dovranno arrivare a Castellamonte entro il 25 giugno. Gli artisti interessati al concorso, invece, dovranno garantire la loro adesione al Comune entro il 15 aprile.

Galleria fotografica

Articoli correlati