Il Canavese si può fregiare ancora una volta di una laurea in pianoforte classico ad alti livelli. Si tratta del ventiduenne Castellamontese Marco Sartore che venerdì 10 gennaio ha presentato il suo concerto di laurea presso l’Auditorium “Pittaluga” del Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria. Formatosi presso l’associazione Liceo Musicale di Rivarolo Canavese sotto la guida della pianista Silvia Gianuzzi, si è sempre distinto per grande versatilità musicale che lo ha visto spaziare in repertori classici come solista, in trio con musiche contemporanee, in assiemi strumentali jazz e si è preparato con costanza e determinazione alla sua carriera professionale a tutto tondo.
 
Nel 2016 è stato ammesso presso il Conservatorio di Alessandria dove ha seguito i corsi triennali Accademici di pianoforte classico sotto la guida di Simone Gragnani con il quale dunque si è laureato presentando un programma estremamente delicato dal punto di vista interpretativo e sicuramente non del tutto tradizionale a testimonianza della sua notevole crescita formativa. Ne sono stati esempi l’esecuzione della sonata op. 22 di Ludvig van Beethoven, opera brillante che ci dà un'idea delle numerose improvvisazioni in cui Beethoven spesso si cimentava con grandissimo successo nei primi anni di carriera, passando attraverso un delicatissimo “Pour le Piano” di Claude Debussy, e un modernissimo Sergej Prokofiev le cui “Visions fugitives” hanno evidenziato il carattere eclettico del giovane pianista Canavesano.
 
Marco Sartore sta seguendo ora il corso Accademico biennale di pianista accompagnatore ma lo si può apprezzare nella sua veste di Direttore d’Orchestra con il gruppo d’archi “Cesare Vittori” dell’associazione Liceo Musicale di Rivarolo. Molto orgogliosa di questi traguardi prestigiosi è sicuramente la direttrice della realtà rivarolese Sonia Magliano che proprio durante la laurea di Marco, oggi uno dei suoi insegnanti, ha rinsaldato ancora una volta i rapporti di condivisione di intenti con il Conservatorio Alessandrino in previsione dei grandi progetti di sviluppo dell’associazione sul territorio Canavesano per dare modo agli allievi più giovani di fare esperienza formativa ad alto livello sui tre fronti ad oggi attivi quali la musica, il canto e la danza nella prospettiva di fornire un servizio sempre più ad alto livello e continuare a portare in Canavese la Cultura con la “C” maiuscola e proiettare la coscienza di questi ultimi 10 anni di Convenzione con l’Accademia di Alta Formazione Musicale in una visione innovativa della professione dello spettacolo sotto tutti i punti di vista.

Galleria fotografica

Articoli correlati