Topi morti sul pavimento. Finestre invase dal guano dei piccioni. Intonaci che crollano. E' il vecchio ospedale di Castellamonte. Un'intera ala è ormai chiusa da anni. Inagibile perchè cade a pezzi. In attesa che il Comune trovi un partner per la riqualificazione, abbiamo fatto un "giretto" all'interno dell'ala chiusa al pubblico. La situazione è davvero poco edificante.
 
Lo dimostrano le foto qui sotto e il video, registrato al secondo piano della struttura, in una stanza dove, un tempo, si ospitavano i malati. 
 
Per non farsi mancare nulla, anche in termini di "sagra dell'assurdo", i termosifoni di tutta l'ala inagibile sono rigorosamente bollenti... Chi ha installato il vecchio impianto, infatti, non ha previsto la possibilità di razionare il riscaldamento. E così la caldaia gira a vuoto e costa ai castellamontesi 10 mila euro all'anno...

Galleria fotografica

Articoli correlati