I carabinieri di Castellamonte hanno fatto luce sulla vicenda della distruzione di un'opera in ceramica di Luigi Stoisa, che alla vigilia dell’inaugurazione della Mostra della ceramica era caduta dalla nicchia dove era stata posizionata all'interno della rotonda Antonelliana.
 
Gli accertamenti avviati nell’immediatezza dai militari dell’Arma hanno consentito di risalire alla dinamica dei fatti: è stata una semplice pallonata di un sedicenne castellamontese a colpire l’uovo di ceramica bianca realizzato dal maestro Stoisa. I ragazzini, la sera stessa del posizionamento dell'opera, mentre giocavano a pallone nella rotonda, a causa del buio non hanno notato l’uovo appeso ad una decina di metri di altezza.
 
E' bastata una pallonata per abbattere l'opera. Intimoriti dopo aver involontariamente colpito l’uovo, ne hanno raccolto i cocci e sono andati via. In caserma, davanti al comandante della stazione, il giovane incensurato, mortificato per l’accaduto, ha raccontato tutto ai militari dell'Arma.

Galleria fotografica

Articoli correlati