Tradizionale festa di Santa Barbara, oggi, domenica 16 dicembre, per i vigili del fuoco di Castellamonte che hanno festeggiato la patrona del corpo. Dopo la Santa Messa insieme alla Filarmonica di Castellamonte, dove è stata recitata la preghiera del vigile del fuoco, i volontari hanno proseguito le celebrazioni al Valentino di Filia. Salvo imprevisti, quella di quest'anno è stata l'ultima Santa Barbara senza caserma.

Il 2019, infatti, sarà l'anno buono per il trasloco del distaccamento volontari nella nuova sede lungo la provinciale per Cuorgnè. I lavori sono ormai in fase di ultimazione e l'auspicio è di procedere con il trasferimento dai locali della Teknoservice in strada del Ghiaro nei primi mesi del nuovo anno. Intanto quella di oggi è stata la Santa Barbara d'esordio per il nuovo camion dei pompieri, entrato in servizio a giugno. Presenti alla Santa Messa in chiesa, tra gli altri, sindaco e vicesindaco di Castellamonte, il consigliere Maddio, le delegazioni dei vigili del fuoco di Ivrea e Rivarolo Canavese.

Santa Barbara è la Santa che rappresenta la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità anche quando non c'è alcuna via di scampo. È stata eletta, infatti, patrona dei Vigili del Fuoco, in quanto protettrice di coloro che si trovano "in pericolo di morte improvvisa". Barbara è particolarmente invocata contro la morte improvvisa (allusione a quella del padre, secondo la leggenda); in seguito la sua protezione fu estesa a tutte le persone che erano esposte nel lavoro al pericolo di morte istantanea, come gli artificieri, gli artiglieri, i carpentieri, i minatori; oggi venerata anche come protettrice dei Vigili del Fuoco. Non a caso nelle navi da guerra il deposito delle munizioni è denominato "Santa Barbara".

Galleria fotografica

Articoli correlati