Nuova statua della Madonna al colle della Crocetta, confine in quota tra la Valle Orco e le valli di Lanzo. Domenica è stato posto rimedio ad un vergognoso atto vandalico: qualcuno, infatti, aveva decapitato la statuetta.

Dopo la benedizione della statua nella chiesa parrocchiale di Ceresole Reale, celebrata da Don Dario Bertone e tenutasi sabato 5 ottobre alle ore 11 alla presenza del sindaco di Ceresole Reale, Alex Gioannini, del presidente del Parco Nazionale del Gran Paradiso, Italo Cerise, domenica 6 ottobre la Madonnina è stata collocata al colle della Crocetta. Partite di buon ora da Ceresole Reale e Groscavallo le delegazioni dei due Comuni, guidate rispettivamente dal vicesindaco Mauro Durbano e dal sindaco Giuseppe Giacomelli, si sono incontrate sul Colle alle ore 11.

Grazie all'eccezionale lavoro del capo-stazione del Soccorso alpino di Ceresole Reale, Stefano Oberto e del consigliere comunale Ceresolino, Emiliano Moretti, in meno di un'ora, la Madonnina è stata fissata sulla roccia ed è stata creata una nicchia per la sua protezione. È quindi seguito un momento istituzionale in cui i rappresentanti dei comuni di Ceresole Reale e Groscavallo hanno spiegato l'importanza dei rapporti tra i due comuni per valorizzare l'intero territorio. Un momento storico di fratellanza tra comuni confinanti che proseguirà con iniziative comuni.

Riparato il brutto gesto di chi aveva decapitato la Madonnina si apre una nuova stagione di collaborazione tra i due versanti. Il comune di Groscavallo ha donato una targa per ricordare questo importante momento al Comune di Ceresole Reale. Dopo una preghiera alla Madonna e alcuni canti è seguito un momento conviviale con un rinfresco offerto dall'assessore Ceresolino Davide Bruno Mattiet. Presenti sul colle oltre 30 persone. Un particolare ringraziamento va all'impresa Allera per aver donato la Madonnina e a Oberto Stefano ed Emiliano Moretti per il grande lavoro svolto per piazzarla sul Colle.

Galleria fotografica

Articoli correlati