Un 25enne romeno residente a Saluggia (Vercelli) è finito al pronto soccorso, nella notte tra sabato e domenica, malmenato alla stazione ferroviaria di Chivasso da due sconosciuti. E' stato il 25enne a raccontare dell'aggressione ai carabinieri e ai medici del pronto soccorso che lo hanno medicato. Il giovane operaio è stato malmenato intorno alle cinque del mattino, forse a scopo di rapina.

Secondo il suo racconto, l'aggressione si sarebbe concretizzata mentre stava attendendo il treno per tornare a casa. Due uomini di colore lo avrebbero spintonato e fatto cadere per poi riempirlo di calci e pugni. Il giovane ha riportato la frattura di un braccio e diverse ferite al volto. I due soggetti gli avrebbero prima chiesto cinque euro poi, al netto rifiuto del 25enne, lo avrebbero riempito di botte. Alla vittima non è stato comunque rubato nulla.

A quell'ora la stazione era deserta: non ci sarebbero testimoni oculari. Vicino ai binari, però, sono state recentemente installate nuove telecamere di videosorveglianza. Proprio da quelle registrazioni sono partite le indagini dei carabinieri per tentare di ricostruire l'accaduto e identificare i due balordi.

Galleria fotografica

Articoli correlati