Un 50enne italiano senza fissa dimora, Roberto M., ha dato fuoco a sette pullman di proprietà della Gtt “perché non lo facevano salire a bordo senza il biglietto”. Con questa assurda motivazione l’uomo, condotto in caserma dai carabinieri di Ciriè, ha ammesso di aver dato fuoco ai pullman parcheggiati nel piazzale della stazione ferroviaria della Torino-Ceres. Il 50enne e stato riconosciuto e identificato dai militari dell’Arma dopo aver visionato le immagini delle vie limitrofe alla stazione.

Le indagini lampo dei carabinieri della compagnia Venaria sono state coordinate dalla Procura di Ivrea. L’uomo è stato fermato. Alcuni accertamenti sono al momento in corso. Secondo le analisi dei vigili del fuoco che, non senza difficoltà hanno domato l’incendio, le fiamme sarebbero partite da un pneumatico di un bus e rapidamente si sono poi estese ai mezzi parcheggiati vicino.

Un danno enorme in termini economici per l’azienda dei trasporti. Danno del quale si sono accorti, purtroppo, anche i pendolari, già stamattina, dal momento che la mancanza di sette autobus ha generato diversi disagi nei collegamenti maggiormente utilizzati per raggiungere scuole e posti di lavoro.

Galleria fotografica

Articoli correlati