Una 62enne residente a San Carlo Canavese si è tolta la vita, ieri mattina, sparandosi un colpo di pistola alla testa. E' stata ritrovata cadavere nella zona del Colle del Lys, all'interno della propria autovettura. Si è tolta la vita sparandosi con una pistola Smith&Wesson calibro 7.65, detenuta regolarmente. La donna era la titolare dell'agenzia Aci-Sara Assicurazioni di via San Maurizio, a Ciriè. Agenzia che, un mese fa, aveva ricevuto una pesante intimidazione: qualcuno aveva sparato contro le vetrine due colpi di fucile.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di Venaria Reale, coordinati dalla procura di Ivrea, sono estremamente delicate. Perchè se è anche vero che la donna ha lasciato diverse lettere alla famiglia, potrebbe esserci un nesso tra quel brutto episodio di criminalità e il drammatico gesto compiuto dalla 62enne.

Era venerdì 21 settembre quando qualcuno, in sella a una moto, sparò contro l'agenzia di pratiche assicurative di Ciriè. All'interno c'era solo la titolare. Un episodio che aveva generato molta preoccupazione in città. In procura, a Ivrea, c'è un fascicolo aperto su quei colpi di fucile. Una sorta di minaccia o un'intimidazione anche se, già allora, i responsabili dell'agenzia avevano ribadito di non aver mai ricevuto minacce o richieste estorsive. Una vicenda dai contorni oscuri che, purtroppo, è diventata anche una tragedia.

Galleria fotografica

Articoli correlati