Ammonterebbe a quasi 50 mila euro il bottino dell'ennesima truffa agli anziani andata a segno, nei giorni scorsi, nella zona del Bennet di Ciriè. Un'anziana che vive sola in un appartamento è stata raggirata da un falso tecnico comunale che si è fatto consegnare preziosi e denaro che la pensionata custodiva in casa. Il trucco utilizzato per la truffa è tra quelli più noti. Il falso dipendente del Comune, infatti, ha convinto la signora ad aprire la porta di casa alludendo ad una dispersione di energia elettrica capace di danneggiare i gioielli. L'anziana non ha dubitato di quell'uomo dai modi gentili. Ha aperto la porta e ha fatto entrare il truffatore. Poi, seguendo le indicazioni del falso tecnico, ha messo sul tavolo orologi, braccialetti e collane. Una piccola fortuna, insomma. «Devono essere bonificati» ha detto il malvivente alla donna. Appena l'anziana si è distratta, il finto tecnico del Comune è scappato con il malloppo.

Galleria fotografica

Articoli correlati