Di giorno era un operaio modello mentre la sera si dedicava allo spaccio di droghe a Cirié, in un giro di clientela che coinvolge sempre più adolescenti, giovani e adulti. I clienti avevano registrato il suo numero di cellulare con un nome in codice: «sballo stazione».

Un 21enne è stato arrestato dai carabinieri di Leini, ieri sera, nella sua abitazione di San Maurizio Canavese. Confezionava le dosi di droga nel suo appartamento per poi distribuirle alla clientela. Le consegne avvenivano alla stazione ferroviaria di Cirié.  Era diventato il pusher di riferimento per tutto il ciriacese.

Dopo la perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 660 grammi di marijuana, suddivisa in dosi, un panetto di hashish di 100 grammi, tutto il necessario per il confezionamento e oltre 8000 euro in contanti. I militari sono arrivati all’operaio-pusher dopo aver decifrato il codice di alcuni clienti che sono stati fermati nel corso delle indagini.

Galleria fotografica

Articoli correlati