Gli avevano persino dedicato un "monumento", molto artigianale ma dal sicuro impatto visivo. Non abbastanza sensibile all'attenzione sul suo comportamento disdicevole, il mitico «bevitore di Tavernello», che aveva costretto le volontarie ad una mattinata di lavoro per recuperare i cartocci abbandonati lungo la provinciale della Valle Sacra, è tornato a colpire. Questa volta gettando i cartocci del vino giù dal ponte del Santuario di Piova.

Cartocci che, essendo ben colorati, sono stati notati da alcuni passanti in mezzo alla vegetazione (nelle foto postate da Franca Orso su Facebook si notano benissimo). Alla fine per recuperare i rifiuti abbandonati dal maiale di turno è dovuto scendere sotto il ponte il sindaco di Colleretto Castelnuovo, Aldo Querio Gianetto.

Evidentemente non solo il soggetto (bontà sua) non ha ancora smesso di bere Tavernello: quel che più infastidisce è che, purtroppo, non ha nemmeno perso l'abitudine di gettare i cartocci in giro...

Galleria fotografica

Articoli correlati