Successo su tutta la linea per il Canavese al concorso dei «Comuni Fioriti». Ingria ha conquistato il primo posto nella categoria dei Comuni sotto i 1000 abitanti. «Oggi è stata una grande emozione e una grande vittoria - commenta a caldo sui social il sindaco Igor De Santis - vittoria di Ingria tutta! Dopo più di dieci anni di concorso nazionale arrivare ad un traguardo così importante è un grande onore. Grazie di cuore a tutti coloro che in questi anni ci hanno creduto insieme a me! Quattro Fiori, Primo premio nazionale di categoria, candidati al concorso europeo». Sindaco raggiante che poi aggiunge: «Dopo tanti anni di lavoro cercando di migliorare sempre ci siamo arrivati. Dieci anni fa l’esordio nel concorso e oggi siamo nella Champions League a rappresentare l'Italia».

Erano 150 le delegazioni di città e paesi provenienti da tutta Italia presenti a Spello (provincia di Perugia) per partecipare alla Premiazione del Concorso nazionale Comuni fioriti promosso da Asproflor, l'Associazione dei Produttori florovivaisti, in collaborazione con il Comune di Spello. In virtù del legame con i fiori e della tradizione radicata delle splendide Infiorate, la città è stata selezionata tra le tante della rete associativa dei Comuni Fioriti, come sede di questo importante evento annuale in cui viene assegnato l'ambito riconoscimento di Comune fiorito (con 1, 2, 3 o 4 fiori) alle realtà che si contraddistinguono per qualità ambientale e particolare attenzione al decoro floreale urbano.

«La premiazione di Spello - affermano Renzo Marconi, presidente Asproflor, con i vicepresidenti Franco Colombano, Sergio Ferraro, Michele Isgrò e Matteo Roncador - è una tappa importante in un percorso che 150 Comuni italiani condividono 365 giorni l'anno. E cioè l'impegno a rendere più belli, accoglienti, vivibili i loro Comuni. Spello è certamente un modello in questo, rendendo migliori benessere e servizi. Ogni anno aumentano i Comuni partecipanti e la nostra associazione di produttori florovivaisti vuole essere di supporto agli Enti, alle comunità e ai privati».

Galleria fotografica

Articoli correlati