Rallenta ma non demorde il coronavirus in Canavese dove oggi si è superato il caso positivo numero 700. Ad incrementare il dato l'aumento dei tamponi effettuati dall'Asl To4. In particolare a Volpiano dove un'intera casa di riposo è stata controllata (link sotto). Due nuovi decessi segnalati nelle ultime 24 ore: uno a Caselle uno a San Francesco al Campo. A macchia di leopardo, per fortuna, arrivano notizie anche di nuovi pazienti guariti: il segnale che, per i primi contagiati, si avvicina la fine del tunnel. E in diversi Comuni, come Rivarolo, Castellamonte, Bosconero, dove nei giorni scorsi si erano registrati aumenti anche significativi, oggi il conto totale dei positivi è rimasto fermo a zero.  

Nel VIDEO e nelle TABELLE sotto la situazione del Canavese, Comune per Comune, alle 19 di oggi, domenica 5 aprile. Vi ricordiamo che l'unità di crisi della Regione non mette a disposizione i dati ufficiali. La tabella è quindi frutto delle comunicazioni dei singoli Comuni del territorio. Ringraziamo anche i molti lettori che, in queste ore, ci hanno aiutato ad aggiornare i dati.

Covid-19, i casi in Piemonte alle ore 19 del 5 aprile
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 434 (92 in più di ieri, dato in assoluto migliore dall’inizio). Sono 47 i decessi di persone positive al test del Coronavirus comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi. Il totale è ora di 1191 deceduti risultati positivi al virus. Sono 12.442 (+603 rispetto a ieri) le persone finora risultate positive. I ricoverati in terapia intensiva sono 442. 

Covid-19, i casi in Italia alle ore 18 del 5 aprile. Diminuisce il numero dei morti
Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 128.948, al momento sono 91.246 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 21.815. I pazienti ricoverati con sintomi sono 28.949, ancora in diminuizione i pazienti ricoverati in terapia intensiva 3.977, mentre 58.320 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 15.887, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. Il capo della protezione civile Borrelli ha sottolineato come oggi si sia registrato il numero più basso, a partire dal 19 marzo, di deceduti e come ancora oggi vi sia una diminuzione dei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Borrelli ha anche segnalato che si interrompe da oggi il trasferimento di pazienti dalla Lombardia ad altre regioni, perchè la situazione negli ospedali in Lombardia non lo rrichiede. Un'altra buona notizia arriva dallo Spallanzani che registra un numero di pazienti dimessi maggiore di quello dei ricoverati.

Galleria fotografica

Articoli correlati