CRISI MANITAL - 60 milioni di debiti. L'azienda cambia proprietà ma è in bilico: il piano di rilancio presentato a Parella non convince

| Al castello di Parella, giovedì pomeriggio, Luigi Grosso, nuovo amministratore delegato, ha tentato di rasserenare il clima attorno all'azienda presentando il piano di rilancio varato dalla nuova proprietà «Igi Investimenti»

+ Miei preferiti
CRISI MANITAL - 60 milioni di debiti. Lazienda cambia proprietà ma è in bilico: il piano di rilancio presentato a Parella non convince
Ancora tante nubi all'orizzonte sul futuro di Manital, la multiutility con sede a Ivrea affossata, al momento, da un debito di oltre 60 milioni di euro. Al castello di Parella, giovedì pomeriggio, Luigi Grosso, nuovo amministratore delegato, ha tentato di rasserenare il clima attorno all'azienda presentando il piano di rilancio varato dalla nuova proprietà «Igi Investimenti». Non sono mancati gli attimi di tensione in un clima, va detto, di forte scetticismo nei confronti dei nuovi manager, a partire dal presidente Giuseppe Incarnato che, però, non si è presentato all'incontro. Prima della presentazione del piano Luigi Grosso (nella foto) è sceso dai lavoratori Mgc, in presidio davanti al castello di Parella ormai da un mese. Attendono almeno tre stipendi. Li ha invitati a salire per ascoltare il piano della nuova Manital. In prima battuta gli operai hanno declinato l'invito poi una delegazione è salita per partecipare alla discussione. Senza però ottenere grossi riscontri.
 
E' prevista una ricapitalizzazione di 50 milioni, l'ampliamento delle attività in Polonia, Romania, Austria, Azerbajan e Svizzera e il graduale abbandono delle commesse pubbliche. Un piano che, almeno idealmente, parla di innovazione e scelte strategiche per evitare di ritrovarsi con l'acqua alla gola. Servono nuovi committenti e per questo l'azienda estenderà il proprio raggio d'azione fuori dall'Italia. «Entro il 20 dicembre saranno pagati tutti i dipendenti che attendono gli stipendi», ha assicurato Grosso. 
 
Secondo l'amministratore delegato saranno sanate anche le posizioni di chi da Manital è uscito volontariamente nei mesi scorsi: ex dipendenti che attendono, tra le altre cose, i Tfr. L'azienda per alcuni ha già formulato delle offerte, altri saranno chiamati a breve. Su Ivrea la nuova proprietà vorrebbe mantenere il reparto di ricerca e sviluppo tecnologico, spostando però la sede dell'azienda a Roma. «Su Ivrea stiamo già cercando personale altamente specializzato per avviare i laboratori», ha annunciato l'amministratore delegato. «Manital a Ivrea è una piccola comunità e non abbiamo intenzione di lasciarla. Conosco bene il concetto perchè ho studiato Olivetti».
 
La situazione «futuribile», però, non ha per nulla convinto i sindacati. Il piano è stato bollato come «lacunoso, ipotetico e senza risposte precise per i lavoratori». Il 20 dicembre sarà anche il giorno del pronunciamento del tribunale sulla richiesta di rinegoziazione del debito presentata da Manital. Una data cruciale: l'azienda spera di arrivarci saldando gran parte di quello che spetta ai dipendenti. L'obiettivo è quello di arrivare all’udienza con in mano un accordo con i creditori.
 
«La situazione è imbarazzante - ha detto Alberto Mancino della Uil - ci prospettano investimenti teorici ma per salvare Manital ci saremmo aspettati almeno un'azione di buona volontà nel pagare i lavoratori. Non si può spacciare un pagamento in surroga, che magari arriverà ai dipendenti tra diversi mesi, come il salvataggio delle attività. Purtroppo non abbiamo ottenuto alcuna risposta sui contributi non versati o sulla cassa edile. E non ci sono garanzie di nuovi committenti. Spero che d'ora in avanti ci facciano almeno la cortesia di non nominare più Olivetti».
Cronaca
IVREA - Legionella in carcere: «A rischio il personale della polizia»
IVREA - Legionella in carcere: «A rischio il personale della polizia»
L'Osapp chiede si faccia luce al più presto sulle cause della legionella: «Ne va dell'incolumità degli agenti della polizia»
CASTELLAMONTE - Intitolata la piazza alla crocerossina Carolina Cresto Calvo: è la prima della città dedicata a una donna - FOTO e VIDEO
CASTELLAMONTE - Intitolata la piazza alla crocerossina Carolina Cresto Calvo: è la prima della città dedicata a una donna - FOTO e VIDEO
Un doveroso omaggio ad una donna straordinaria, infermiera volontaria alla quale è stata conferita anche la Medaglia Florence Nightingale, il massimo riconoscimento della Croce Rossa
SICUREZZA - Il bilancio della Polizia Stradale parla di 65937 punti patente decurtati a Torino e provincia
SICUREZZA - Il bilancio della Polizia Stradale parla di 65937 punti patente decurtati a Torino e provincia
La guida in condizioni di alterazione per aver assunto alcolici piuttosto che sostanze stupefacenti, spesso causa degli incidenti stradali, è stata contrastata sottoponendo a controllo 6596 conducenti
AUTOSTRADA A4 - Sei feriti nell'incidente alle porte di Chivasso
AUTOSTRADA A4 - Sei feriti nell
Per cause in fase di accertamento si sono scontrate un'Alfa 159 e una Opel Astra che procedevano in direzione Torino
OZEGNA - Tatiana e Riccardo sono i Gavason 2020 del carnevale - FOTO e VIDEO
OZEGNA - Tatiana e Riccardo sono i Gavason 2020 del carnevale - FOTO e VIDEO
Sono stati presentati sulla piazza del paese, davanti a una folla di cittadini che hanno sfidato il freddo pur di presenziare alla prima uscita dei personaggi. Come da tradizione i Gavason hanno ricevuto dal sindaco le chiavi di Ozegna
FAVRIA-RIVAROLO - Ancora guasti ai passaggi a livello della Sfm1
FAVRIA-RIVAROLO - Ancora guasti ai passaggi a livello della Sfm1
L'ultimo caso, giovedì mattina alle 7, ha provocato lunghe code di auto in attesa. Era già successo qualche giorno prima
LOCANA - Bilancio positivo per «Chironio e i suoi Presepi»
LOCANA - Bilancio positivo per «Chironio e i suoi Presepi»
L'iniziativa natalizia, giunta alla quinta edizione, ha trasformato la piccola borgata di Locana nel «paese dei presepi»
RIVAROLO - Grande successo per l'Enon Ensemble al teatro Maggiore di Verbania
RIVAROLO - Grande successo per l
I componenti dell'ensemble, vincitori di kermesse e concerti internazionali, sono accomunati da una passione per la musica d'insieme
FAVRIA - Domenica 26 gennaio torna la tradizionale Festa del Ringraziamento
FAVRIA - Domenica 26 gennaio torna la tradizionale Festa del Ringraziamento
L'evento in collaborazione con il Comune viene gestito dalla Coldiretti di Favria
LAVORO - Sono di nuovo in sciopero i lavoratori della Olisistem
LAVORO - Sono di nuovo in sciopero i lavoratori della Olisistem
«Abbiamo assistito all'avanzare dello spezzatino da noi denunciato come pericoloso, voluto da Intesa San Paolo» dice la Fim-Cisl
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore