CASTIGLIONE TORINESE - Dalle prime indagini, scattate dalla chiamata del figlio della coppia, si tratterebbe di una tragedia che ha coinvolto una famiglia residente in via San Grato, a Castiglione. L'uomo, Carlo Marengo di 70 anni, ha ucciso, con una pistola di piccolo calibro, prima il loro cane, un golden retriever e poi la moglie, Rachele Olivieri, che si era addormentata su una sedia. Successivamente l'uomo si sarebbe puntato l'arma in testa, suicidandosi. Sarebbero stati sparati quattro colpi. 

La tragedia è stata scoperta intorno alle 20.30 di giovedi 10 giugno 2021 dal figlio della coppia, che non avendo più loro notizie, si era recato presso l'abitazione dove ha ritrovato i corpi senza vita dei genitori. I soccorsi hanno constatato il decesso, che il medico legale ha dichiarato avvenuto, probabilmente, nel tardo pomeriggio di ieri.

In serata sono accorsi presso l'abitazione amici, parenti e anche il sostituto procuratore di Ivrea, Lea Lamonaca. I militari dell'Arma di Chivasso non avrebbero trovato nell'abitazione biglietti o lettere, testimonianti i motivi della strage, tuttora ignoti e da definire. In esame anche come il fratello, vicino di casa abitante al piano superiore, non abbia sentito nessun rumore proveniente dalla casa dei coniugi. La procura di Ivrea sta effettuando, in queste ore, le indagini volte a spiegare l'accaduto. (ETB)

Galleria fotografica

Articoli correlati