Domenica 31 marzo taglio del nastro per il nuovo impianto elettrico ed audio della chiesa parrocchiale di Cuceglio. A fare da moderatori, il Presidente dell'Associazione Benefica "Vedremo..." Piero Carrera ed il Presidente Onorario Fabrizio Conto. Al Presidente in carica il compito di spiegare come si è arrivati alla conclusione di rifare l'impianto: «La sicurezza è sempre alla base di ogni cosa e nel caso della chiesa l'impianto elettrico non garantiva più questa sicurezza. Contestualmente si è deciso di rifare anche la parte audio, in quanto le due cose viaggiano di pari passo. Faccio poi notare che, su indicazione dell'Architetto della Diocesi di Ivrea, Alessandro Gastaldo Brac, è stata asportata dai muri tutta la plastica posizionata negli anni 50 circa per coprire "le magagne" e che negli anni ha danneggiato ulteriormente le murature».

Proprio togliendo questa plastica è venuto alla luce il reale stato di salute della chiesa parrocchiale di Cuceglio ed è palese che l'edifico stia chiedendo aiuto (la parte più antica è del periodo 1600). Per questo motivo, la Parrocchia e l'Associazione Vedremo, hanno già contattato diversi esperti per studiare la situazione della chiesa parrocchiale e l'idea è quella di riportarla ai suoi antichi splendori, seguendo passo a passo tutte le procedure previste. Pavimenti, muri, riscaldamento con nuovi sistemi ed infine le pitture; nel 2010 è già stato rifatto il tetto e la chiesa è stata dotata di una scala di raccordo con il sottotetto e di impianto antifurto.

Ha poi preso la parola l'architetto Simona Cosentino di Gassino Torinese, esperta in illuminotecnica e firmataria del progetto: «Le scelte progettuali sono state tutte studiate nei minimi dettagli, al fine di dare nuovo splendore alla bellezza delle opere artistiche presenti in chiesa, sempre in accordo con le esigenze richieste dalle varie funzioni religiose. Il tutto è stato presentato ed autorizzato dalla Soprintendenza alla Belle Arti di Torino. L'impianto utilizza la domotica, pertanto sono già stati impostati tutti i programmi dei vari scenari di luce a seconda delle esigenze liturgiche o di visita dell'edificio stesso. Tutto il materiale utilizzato per l'illuminazione rispetta quanto previsto per il risparmio energetico, fornendo così un'adeguata illuminazione all'edificio con un cospicuo risparmio di energia».

Dopo questa presentazione si è passati al momento più emozionante: con musica gregoriana in sottofondo, le luci si sono accese poco a poco, illuminando sempre di più la chiesa nelle varie zone, tra lo stupore dei presenti ed anche alcune lacrime di commozione. Un lavoro apprezzato da tutti che ha certamente riscosso molti consensi. Quando la chiesa è stata tutta illuminata, ha preso la parola il Presidente Onorario di "Vedremo..." Fabrizio Conto, che ha presentato al pubblico la squadra che ha realizzato i lavori: l'Architetto Simona Cosentino per la Progettazione, la Ditta Blessent Alessio Impianti Elettrici per la realizzazione dei lavori, Renato Bosticco per la fornitura di tutto il materiale illuminante, lo Studio dell'Ing. Alessandro Santomauro per la conformità dell'Impianto.

Conto ha poi ringraziato tutte le persone di buona volontà che hanno fornito aiuto logistico e manuale per riportare la chiesa al suo splendore dopo i lavori, in modo particolare la Ditta 2 Zeta e la Ditta Dezzutti Materiali Edili, oltre a tutti i cittadini cucegliesi intervenuti. La parola è poi passata alle varie autorità presenti: in rappresentanza della Diocesi di Ivrea ha parlato il Vicario Generale (e cucegliese) Don Gianmario Cuffia, che nel ringraziare Cuceglio per l'ottimo lavoro fatto, ha ricordato con emozione i suoi momenti felici trascorsi in quella chiesa, culminati con la sua ordinazione sacerdotale. Don Gianmario ha portato anche i saluti del Vescovo Cerrato. La Parrocchia di Cuceglio e l'Associazione Vedremo hanno sottolineato più volte la loro gratitudine alla Diocesi di Ivrea, che grazie all'otto per mille diocesano ha già appoggiato con 20mila euro questo intervento.

Ha poi portato il suo saluto il sindaco di Cuceglio, Sergio Pilotto, che ha sottolineato il coraggio e lo spirito positivo con cui la Parrocchia e Vedremo affrontano questi interventi in un periodo in cui la finanza non è certamente al massimo del suo splendore. Conto infine ha ringraziato tutte le rappresentanze della varie Associazioni cucegliesi che erano presenti al completo ed ha voluto menzionare anche gli altri due Presidenti Onorari di Vedremo, che con lui, hanno messo in piedi l'Associazione nel 2006: Don Valerio D'amico, che era presente tra il pubblico ed Andrea Cozza. La serata si è chiusa con la parte più importante: le benedizione del nuovo impianto curata dal parroco di Cuceglio don Melino Quilico. Un altro tassello quindi è stato aggiunto per la creazione di un mosaico che certamente non sarà facile da realizzare e soprattutto da pagare e cioè quello che dovrebbe portare la chiesa parrocchiale di Cuceglio al suo antico splendore. Le motivazioni e la volontà non mancano di certo.

Galleria fotografica

Articoli correlati