Questa mattina alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di San Dalmazzo, Cuorgnè tributerà l'estremo saluto all'Alpino Domenico Galletto. Il pensionato, 83enne, è stato stroncato da un malore fulminante sabato sera, a Campore, all'uscita dal ristorante Sant'Anna dove gli Alpini si erano ritrovati per il tradizionale convivio dopo l'assemblea annuale dei soci. E' salito in auto per fare ritorno nella sua abitazione, in località Fantini, frazione Ronchi Maddalena, ed è stato colto da un malore. Inutili tutti i soccorsi.

«Galet», stimato e ben voluto da tutti, artigliere alpino, da oltre vent'anni era parte integrante del gruppo Alpini di Cuorgnè. Fondamentale il suo contributo nelle tante iniziative del gruppo che lo hanno sempre visto in prima linea. «Alpino e uomo. Rispettoso di tutto e di tutti. E' passato da una cena tra Alpini, al Paradiso. Dimenticarlo sarà proprio impossibile», lo ricordano gli amici.

«Un uomo umile e generoso. Se qualcuno aveva bisogno, lui era sempre pronto a tendere una mano. Per noi, gente dei Ronchi è sempre stato presente». E ancora: «Un uomo da ammirare come consigliere sul lavoro, umile e brava persona anche nel sociale».

Galleria fotografica

Articoli correlati