Ripartono in questi giorni i lavori del nuovo pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè. Dopo mesi di stop dovuti ai problemi della ditta che aveva vinto l’appalto, l’Asl To4 è riuscita a riaffidare le opere che, salvo ulteriori imprevisti, si concluderanno entro la fine dell’anno. «Stiamo procedendo all’affidamento dei lavori – conferma il direttore generale dell’azienda sanitaria, Lorenzo Ardissone – non siamo stati particolarmente fortunati con quel cantiere. Però credo che questa sia la volta buona».
 
I lavori, secondo il primo cronoprogramma, avrebbero dovuto terminare a maggio dello scorso anno. Le lungaggini burocratiche hanno complicato la situazione. Per gli utenti, medici e infermieri un anno in più di disagi, dal momento che il pronto soccorso è stato spostato nel seminterrato dell’ospedale. «Nel giro di due mesi dovrebbero concludersi i lavori – dice Ardissone – secondo le stime del nostro ufficio tecnico. Manca solo più la parte dell’impiantistica». 
 
Quello del pronto soccorso è un investimento cardine per l'ospedale di Cuorgnè: oltre due milioni di euro. Da un anno e mezzo il reparto è stato trasferito nel seminterrato del nosocomio di riferimento dell'alto Canavese, con annessi e inevitabili disagi per utenti, medici e infermieri.

Galleria fotografica

Articoli correlati