Ancora una tragedia con protagonista un ragazzino che decide di togliersi la vita. Dopo l'episodio di San Benigno, l'altra mattina a Pavone Canavese un 14enne residente in paese si è suicidato impiccandosi a una tettoia vicino casa. Lo hanno ritrovato i genitori in fin di vita. Il personale del 118 ha tentato in tutti i modi di salvargli la vita ma non c'è stato niente da fare. Sul posto è anche atterrato l'elisoccorso che ha tentato un disperato trasporto all'ospedale Regina Margherita di Torino. Purtroppo è stato tutto inutile.
 
Ora toccherà ai carabinieri della compagnia di Ivrea chiarire le motivazioni che hanno spinto il giovane a togliersi la vita. Studente dell'istituto professionale Ubertini di Caluso, il 14enne, grande appassionato di cavalli, aveva anche fatto parte del consiglio comunale dei ragazzi di Pavone Canavese. Era rimasto molto colpito, ultimamente, dalla scomparsa del nonno al quale era molto legato. Gli accertamenti dei carabinieri, per ora, avrebbero escluso tra le cause quella del bullismo tra coetanei. Le indagini, però, sono al momento in corso.
 
L'intera comunità di Pavone è sotto shock per l'accaduto che ricorda il drammatico gesto compiuto da un 15enne di San Benigno Canavese non più tardi di due settimane fa. Il giovane di Pavone ha lasciato i genitori e il fratellino minore. In settimana i funerali.

Galleria fotografica

Articoli correlati