"Buongiorno signora, dobbiamo controllare l'acqua dei rubinetti perché il sindaco l'ha bevuta e adesso è in ospedale". È scattata così la truffa ai danni di una coppia di anziani andata in scena l'altra mattina a Favria. Ancora una volta pensionati nel mirino. I finti tecnici hanno bussato alla porta degli anziani fingendosi agenti della polizia municipale. La scusa, più o meno plausibile, ha tirato in ballo direttamente il primo cittadino di Favria, Serafino Ferrino. Alla notizia di un suo ricovero in ospedale non è dato sapere se i pensionati abbiamo mostrato preoccupazione o meno: quel che è certo è che hanno fatto entrare in casa i malviventi che in un attimo si sono impossessati dell'oro. Bottino di migliaia di euro. Indagini in corso da parte dei carabinieri di Rivarolo Canavese. Purtroppo gli appelli a non aprire la porta a nessuno, troppo spesso, cadono nel vuoto. Con risultati, purtroppo, evidenti.

Galleria fotografica

Articoli correlati