E’ mancata Lidia Dezzutto, vedova Feira, che era nata il 26 settembre del 1933. Con il compianto marito Tino, gestiva dalla metà degli anni sessanta una latteria in via Cernaia, la casa dove abitava e poi negli anni settanta si era spostata con il marito in via Matteo Tarizzo dove aveva anche aperto un cremeria. Attività, quest’ultima, portata avanti dal figlio Claudio in via Bonaudo, nell’avvita Cremeria Dezzutto.

Una famiglia con un legame profondo con Favria ed il commercio perché il suocero nel lontano 1929 aveva aperto una bottega per vendere il latte e poi dal latte il Caseificio per fare i formaggi. La signora Lidia, persona dotata di grande umanità, è stata un esempio di concittadina onesta che ha sempre lavorato con impegno e dedizione, con eccellente abilità artigiana.

Il suo ricordo per molti favriesi sarà tessuto con l’eterno legame invisibile che avvolge i nostri cuori e ne conserva vivida la memoria sanche se un pezzo della nostra storia fisicamente ci lascia. I funerali avranno luogo in Favria, nella chiesa parrocchiale del paese, martedi 15 alle 15. Veglia di preghiera, nella stessa chiesa, lunedì 14 alle 20.30. (Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati