Hanno avuto esito positivo, per fortuna, le ricerche della ragazza di 28anni residente in provincia di Macerata che risultava dispersa nel corso del rave party lungo l'Orco. Dopo due ore di ricerche nella zona, con l'ausilio dell'elicottero dei vigili del fuoco decollato dall'elinucleo di Caselle, la ragazza è stata trovata vicino alla spiaggia. Viva anche se in stato semi confusionale. E' stata soccorsa dai vigili del fuoco e dal personale della protezione civile. Poi è stata affidata al personale del 118 per le cure del caso. Ha poi rifiutato di fornire le proprie generalità alle forze dell'ordine.
 
Era stata la ragazza a chiamare a casa, questa mattina, perchè si è sentita male. Poi il telefono ha iniziato a suonare a vuoto. Per questo è scattato l'allarme in tutta la zona tra Lusigliè e Feletto dove, da ieri notte, è in corso un rave party nei boschi che si affacciano lungo l'Orco. Le ricerche, alle quali hanno partecipato anche carabinieri e polizia, sono iniziate intorno alle 17 e si sono concluse poco prima delle 20. Le squadre avevano anche diffuso la foto della ragazza per favorirne l'identificazione. Sul posto anche i sindaci di Feletto e Lusigliè, Filiberto e Marasca, che hanno seguito le ricerche.
 
Intanto, già ieri sera, alla stazione Ferroviaria di Porta Nuova, come disposto dal questore Francesco Messina, sono stati identificati circa cinquanta giovani giunti a bordo di un treno regionale proveniente dalla provincia di Alessandria e diretti a Lusigliè per partecipare al rave party. Le procedure di identificazione sono state espletate con il concorso di personale della Digos, del Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica, del Compartimento Polizia Ferroviaria del Piemonte e Valle d’Aosta, del Reparto Mobile e del Reggimento Carabinieri.
 
Al termine delle procedure di rito le persone identificate, non disponendo di treni idonei a raggiungere la località del rave, si sono allontanate dalla Stazione Ferroviaria. Due persone sono state accompagnate presso gli uffici della Questura per accertamenti; un cittadino francese di 30 anni è stato sanzionato amministrativamente per il possesso di una dose di stupefacente. 

Galleria fotografica

Articoli correlati