«Dopo gli incontri di Chieri e Bosconero vogliamo rendere noto che abbiamo attivato un iter molto semplice per poter prendere parte all'azione collettiva». L'associazione dei consumatori «Codici Torino», dopo gli incontri con i pendolari a Bosconero e Chieri, ha attivato le procedure per la class action contro Gtt in virtù dei costanti disagi della ferrovia Canavesana. La sede di Codici Torino sul sito www.aiutoconsumatori.it ha aperto una pagina dedicata alla class action contro Gtt.

«Abbiamo anche approntato lo spazio su Google Drive per raccogliere in modo sistematico tutte le annotazioni dei pendolari che sono semplicemente indispensabili per la riuscita della causa ma ancor prima e meglio, per avviare ogni forma di reclamo a qualsiasi livello - spiegano dall'associazione - il passaggio su Google Drive si rende utile solo per avere gli spazi sufficienti per raccogliere tutto quanto gentilmente ci segnalerete. Cercheremo peraltro di non modificare il sistema di raccolta che è stato organizzato perfettamente e funziona molto bene».

L’adesione comporta l’iscrizione una tantum all’Associazione Codici al costo di 10 euro, nonché la conoscenza e la condivisione dello statuto associativo ed il consenso al trattamento dei dati personali necessari al fine di tutelare i diritti dei consumatori e quindi per la raccolta, registrazione, conservazione e utilizzo degli stessi.

La class action è un procedimento giudiziale con iter semplificato, disciplinato dall’art. 140-bis del Codice del Consumo, che ha per oggetto l'accertamento della responsabilità e la condanna al risarcimento del danno.Questo tipo di azione legale è utilizzata per tutelare in via aggregata i diritti vantati da più consumatori nei confronti di un medesimo soggetto. In sintesi: i diritti di ciascun consumatore sono diritti individuali, ma il procedimento giudiziale è collettivo. Lo scopo è quello di consentire sia una ripartizione dei costi legali, sia di acquisire una maggiore forza sul piano probatorio e processuale in genere.

Tutte le info sul sito www.aiutoconsumatori.it/campagne-di-tutlea/class-action-sfm1/

Galleria fotografica

Articoli correlati