I carabinieri di Montanaro, l'altro pomeriggio, hanno arrestato Nino Rodio, 24 anni, nomade di origini sinti, residente a Foglizzo. Il giovane è tornato in carcere, a Ivrea, in quanto deve ancora scontare una pena di tre anni per una truffa ai danni di una coppia di anziani. I carabinieri lo hanno tratto in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Torino. La truffa risale all'11 aprile del 2014 ed è stata commessa in un alloggio di Torino, quartiere Madonna di Campagna. Il ragazzo si sarebbe presentato al cospetto di una coppia di anziani (di 83 e 85 anni) vestito da tecnico del gas, con tanto di tesserino di riconoscimento e apparecchio (ovviamente finto) per rilevare pericolose fughe in grado di provocare esplosioni. Gli anziani si sono fidati e hanno aperto la porta di casa.

Una volta dentro il giovane è riuscito a convincere i coniugi a mettere in frigo (per evitare danni) gioielli e oggetti in oro per un valore complessivo superiore a 300 mila euro. Quando l'anziana padrona di casa si è accorta del raggiro, il finto tecnico del gas era già in strada con la borsa piena di preziosi. La nonnina è riuscita a richiamare le attenzione di un passante che ha subito chiamato il 113. Una volante della polizia ha poi bloccato il 24enne in fuga. Dopo la condanna in tribunale, l'altra mattina sono nuovamente scattate le manette ai polsi del giovane.

Galleria fotografica

Articoli correlati