Due weekend di festa a Forno Canavese. Festa ampiamente riuscita in virtù del grande afflusso di visitatori. Primo fine settimana dedicato al motoclub di Forno Canavese, secondo alla festa patronale. La festa è entrata nel vivo proprio domenica primo settembre con la famosa «Forno-Milani». Tutto esaurito per il pranzo e alla sera, all'apericena, affluenza tre volte superiore a quella dell'anno precedente. Successo anche per lo spettacolo teatrale in piemontese del fornese  Giancarlo Moia.

Il secondo fine settimana è iniziato giovedi 5 con la polentata in compagnia. Venerdi 6 serata pizza e discoteca con Trash College. Doppio evento che ha fatto registrare la maggior affluenza di giovani. Sabato 7, prima della serata danzante, esibizione di zumba con “Cinzia e le sue ragazze” a seguire serata discoteca con Alex erre & Alby DBY, con l'elezione di Miss e Mister Milani 2019. Gran finale con la festa patronale: in mattinata la solenne Messa e la processione per la Natività di Maria Vergine. A seguire il pranzo e, nel pomeriggio, la corsa podistica «28° gran premio sergio con Noi». Chiusura festa con la tradizionale cena.

«Il Direttivo della Pro loco inizia con il ringraziare tutte le persone che ci sono venute a trovare e ad aiutare in questi giorni - spiega il vicepresidente dell'associazione Alessandro Mancuso - siamo molto soddisfatti dell'affluenza e dell'ambiente. All’interno della Pro loco più meno un personale di 80 persone dai 15 ai 70 anni con un’armonia da invidiare e tanta voglia di fare per il paese. L'obiettivo è principalmente quello di far divertire ma sopratutto divertirsi e direi che in questa festa ci siamo riusciti. Siamo partiti l’anno scorso con l’ospitare l’evento dei Games e da li si è creato un grande gruppo che ha prodotto la realizzazione di questo grande successo. Il direttivo è composto dall’80% di giovani ed è una grande soddisfazione per noi essere riusciti a promuovere una festa ricca di eventi e ben riuscita. Nella speranza di crescere sempre di più, chiediamo solo tanta fiducia che verrà ripagata negli anni».

Galleria fotografica

Articoli correlati