GRAN PARADISO - Nove posti di lavoro disponibili, 1106 domande ammesse alla preselezione. Sono i numeri del bando per i nuovi addetti alla vigilanza del Parco nazionale del Gran Paradiso. L'ente parco ha aperto il bando per 9 guardaparco: sono arrivate oltre 1100 domande. Un record forse anche dovuto all'esposizione mediatica dell'area protetta più antica d'Italia che, quest'anno, celebra i suoi primi cento anni di vita.

Le domande sono arrivate da tutta Italia: solo il 40% degli ammessi alla preselezione arriva da Piemonte e Valle d'Aosta, le Regioni sulle quali si estende l'area protetta. La prima prova si terrà il 12 ottobre nella palestra di Aymavilles. L'ente parco ha dovuto cercare una location adatta per ospitare tutti i candidati. I nove guardaparco che saranno assunti a tempo indeterminato andranno a far parte dell'organico del corpo di sorveglianza, unico nel suo genere in tutta Italia.

In teoria dovrebbero essere sessanta gli agenti in servizio ma, al momento, quelli effettivi sul territorio sono meno di quaranta. Il nuovo concorso, insomma, servirà a dare ossigeno al reparto in modo che il servizio di vigilanza possa garantire i normali servizi all'interno dell'area protetta. I nove guardaparco prenderanno servizio sia in Piemonte che in Valle d'Aosta: con questi nuovi dipendenti sarà possibile garantire una doppia presenza in tutte le vallate del Gran Paradiso.

Galleria fotografica

Articoli correlati