Sabato 3 novembre, a cento anni dalla fine della Grande Guerra e dall'annessione delle Terre Irredenti, il comune di Issiglio ha voluto rendere omaggio a tutte le persone che in ogni luogo ed in ogni tempo hanno adempiuto al loro dovere, per permetterci, oggi, di vivere liberamene in pace ed armonia.
 
Durante la giornata, i bambini, coadiuvati dall'Amministrazione comunale, dal Gruppo Alpini e dalla Filarmonica issigliese, hanno ricordato i nomi dei soldati periti nel corso dei due conflitti mondali e deposto le Corone di alloro al Monumento degli Alpini, ai Caduti di tutte e guerre e Parco della Rimembranza, confortati e accompagnati dalla Comunità.
 
Il giorno dopo, domenica 4 Novembre, è stata aperta al pubblico, presso il Museo della Vita Alpina, la mostra “Più100_Issiglio, a Cento anni dalla fine della Grande Guerra”, un momento di riscoperta delle radici comuni, attraverso materiale, racconti e fotografie degli Issigliesi che vestirono il grigioverde. Come spiega Marilena Mattioda, presidente dell'Associazione Culturale Issigliese Onlus : «il materiale è stato donato o prestato interamente dalla popolazione, non solo issigliese, ma anche di paesi vicini, quasi a sottolineare i profondi legami che legano le diverse comunità, e che percorrono sottotraccia il percorso della Memoria».
 
Entrambi gli eventi, seppur contraddistinti da una frugalità tipica del paesaggio alpino, sono da iscriversi in un più ampio percorso di rinnovamento e riscoperta della culturale locale, che debitamente rapportata diviene un tassello fondamentale per la creazione ed il mantenimento di una identità nazionale comune andando a creare dei momenti di unione tra passato e presente. (F.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati