IVREA - Il Comune di Ivrea, dopo le segnalazioni di cittadini e commercianti, ha fatto cancellare le scritte naziste apparse nei giorni scorsi nel parcheggio di via Dora Baltea. «Ci sono due ordini di problemi che vorremmo stigmatizzare - dicono in merito il sindaco Stefano Sertoli e il presidente del Consiglio comunale, Diego Borla - il primo riguarda scritte che inneggiano a un passato becero e assassino che deve per sempre essere bandito dalla nostra comunità civile come da ogni altra, o che fanno della razza un’arma di divisione e scontro. Il secondo riguarda l’inciviltà di chi imbratta i muri della città con qualunque scritta o segno grafico. Costoro non hanno il minimo rispetto dei beni comuni o di quei beni che, pur privati, si incrociano con la vita quotidiana di tutti».  

«Come Sindaco e come Presidente del Consiglio di una Città esempio di democrazia e i cui figli hanno dato la vita per la libertà di tutti, non possiamo che stigmatizzare il ritorno alle peggiori parole d’ordine di un passato che cerca sempre di risvegliarsi e contro il quale ognuno di noi deve vigilare. Per questo, come Sindaco e come Presidente del Consiglio di una città di eccezionale bellezza non possiamo che criticare e stimolare a punire chi imbratta il nostro bene pubblico».

Duro il commento dell'Anpi: «Poiché la mamma dei c...i è sempre incinta, non stupisce che ogni tanto essi desiderino quella notorietà che in nessun altro modo avrebbero. Imbrattare le strade è la loro missione, richiamarsi ad un passato che nemmeno conoscono la loro fissazione. Ignorarli sarebbe la cosa migliore, senonché così si sentono più liberi e autorizzati a perseverare. Bene fanno allora i Cittadini ad indignarsi, bene ha fatto la Segreteria PD a scrivere una lettera al Sindaco di Ivrea, bene fanno – o farebbero – i Partiti a scrivere nei loro programmi, al primo posto, una dichiarazione di antifascismo. Come Anpi abbiamo lanciato più di una campagna in tal senso. Sugli ineffabili “camerati” di rebel firm abbiamo speso più parole di quante ne meritino, sino alla grande, bellissima mobilitazione antifascista ad Ivrea il 1° giugno dell’anno scorso».

Galleria fotografica

Articoli correlati