Nessuna forzatura delle regole nella nomina di Vincenzo Ceratti a Generale del Carnevale d'Ivrea 2020. Lo fa sapere, con una nota, la Fondazione dello Storico Carnevale che organizza la manifestazione, in risposta ai dubbi, emersi ieri, sul rispetto del cerimoniale. «I recenti eventi che hanno portato alla sostituzione del Generale Alberto Bombonato rappresentano un fatto assolutamente straordinario nella storia della nostra manifestazione e la Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea intende chiarire la procedura che è stata seguita per arrivare all’individuazione di Vincenzo Ceratti per ricoprire il ruolo rimasto vacante e vestire i panni del Generale per l’edizione 2020», spiegano dalla Fondazione. 
 
«Martedì mattina 4 febbraio alle ore 10 è stato convocato un CdA straordinario della Fondazione nel corso del quale è stata decisa la sostituzione di Alberto Bombonato e nominato il nuovo Generale nella persona di Vincenzo Ceratti, già Generale nella passata edizione, dopo aver verificato l’indisponibilità dei tre Aiutanti a ricoprire tale ruolo, secondo quanto indicato dal Cerimoniale. Martedì sera alle ore 19 il CdA al completo si è nuovamente riunito per perfezionare tutti i passaggi formali previsti dal Cerimoniale e rassicurare così il Gran Cancelliere Pierluigi Cignetti del rispetto di tutte le procedure previste. In questa occasione sono stati invitati a partecipare anche i tre Aiutanti Alberto Tosin, Riccardo Paglia e Massimo Lova e verbalizzata l’indisponibilità degli stessi a ricoprire il ruolo di Generale. La nomina del nuovo Generale Vincenzo Ceratti è avvenuta all’unanimità».

Galleria fotografica

Articoli correlati