Truffatore in trasferta da Ivrea alla Toscana. E' stato arrestato dalla polizia Mohamed Omar Halabi, 31 anni, originario di Anzio (Roma) ma residente a Ivrea, finito in carcere per furto e truffa ai danni di anziani. Il gip del tribunale di Firenze, Sara Farini, ha emesso un'ordinanza contro due soggetti specializzati in furti e truffe agli anziani: si presentavano dai pensionati soli come addetti di società di servizi di acqua, gas e luce, simulando controlli al contatore o agli impianti.

Nelle abitazioni venivano rubati soldi e preziosi con il «solito» trucco del distrarre, anche solo parlando a lungo, i proprietari. Una vittima del raggiro ha 92 anni. Le indagini della squadra mobile di Firenze, coordinate dal pubblico ministero Sandro Cutrignelli, svolte anche con l'applicazione di un rilevatore Gps sulla moto di uno degli indagati, hanno permesso di bloccare l'attività criminale della coppia.

Il giudice, motivando con la sussistenza di gravi indizi, ha deciso il carcere per Franco Fiorenza, 61 anni, nato in Tunisia e abitante a Firenze, e gli arresti domiciliari per Mohamed Omar Halabi. Devono rispondere di furto e violazione di domicilio. L'eporediese in trasferta anche di truffa. Gli episodi ricostruiti nell'indagini vanno da fine 2017 al 2018. Decisivi per le indagini della polizia anche i riconoscimenti dei malviventi da parte delle vittime.

Galleria fotografica

Articoli correlati