Durissima presa di posizione di Cgil, Cisl e Uil sulla vicenda dei lavoratori Mgc del gruppo Manital. I 24 senza stipendio, da settimane mantengono il presidio davanti ai cancelli del castello di Parella, proprietà Manital. Domani è prevista una manifestazione a Ivrea. «Ieri 25 novembre è andata in scena l'ennesima presa in giro a discapito dei 24 lavoratori - spiegano i sindacati - all'incontro richiesto dalla Prefettura per la crisi aziendale non si è presentata la direzione Mgc e neppure quella della Manital. E’ andato in scena l'ennesimo comportamento scorretto che l'azienda già precedentemente aveva perpetrato, non rispettando i termini inerenti le retribuzioni pregresse, millantando bonifici mai emessi, non attenendosi nei pagamenti dovuti alla Cassa Edile di Torino su accordo di rateizzazione del pregresso, non applicando i dettami dell'accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali inerente il piano di rientro delle spettanze dovute ai lavoratori».

L'incontro sarebbe dovuto servire per dirimere la vertenza e trovare soluzioni condivise per il rilancio dell'azienda. Invece, dopo 22 giorni di presidio a Parella e la mancanza degli stipendi da mesi, la situazione è ulteriormente precipitata. «Chi non rispetta gli accordi sottoscritti e accampa scuse insensate non può di certo cercare fiducia e o rispetto dal sindacato e dai lavoratori», spiegano Cgil, Cisl e Uil.

Pertanto Feneal Uil Piemonte, Filca Cisl Torino e Fillea Cgil Torino, «valutando l'ennesimo comportamento a dir poco scorretto, chiedono alla direzione aziendale sin da subito il pagamento degli stipendi arretrati dovuti». A sostegno della vertenza in atto, pur mantenendo il presidio permanente al castello di Parella, i sindacati dichiarano che domani, 27 novembre, dalle 9.30 in poi, si svolgerà una manifestazione con corteo che partirà dalla sede Manital di corso Di Vittorio ad Ivrea e si concluderà sotto il Palazzo comunale.

Galleria fotografica

Articoli correlati