Sarà inaugurata sabato 8 febbraio dalle 16 alle 20 in Sala Santa Marta la mostra “Castellazzo e Mugnaie: 70 anni di incontri in una cornice di storia millenaria”. Aperta al pubblico anche dalle 9 alle 20 della giornata di domenica 9, l’esposizione proporrà 70 fotografie di 70 Mugnaie che nella domenica mattina di Carnevale hanno preso parte alla Fagiolata Benefica del Castellazzo in piazza Maretta.
 
All’inaugurazione interverranno Stefano Sertoli, Sindaco della città di Ivrea, Piero Gillardi, Presidente della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, Luisa Mussano, Gran Segretario dell’Ordine della Mugnaia, Giorgio Masseroni, Presidente della Fagiolata Benefica del Castellazzo e Carlo Alberton, memoria storica e anziano della Fagiolata Benefica del Castellazzo.
 
Oltre agli scatti, questo viaggio nel tempo porterà con sé aneddoti relativi alle Mugnaie in questione e oggetti storici di riferimento dei vari periodi storici. Il perché della scelta di proporre queste 70 suggestive fotografie affonda le sue radici nel tempo: nel 1949, grazie all’interessamento del Dott. Federico Perinetti, viene ripristinata la figura del Podestà e con lui la relativa cerimonia della Preda in Dora, svolta in precedenza fino all’edizione carnevalesca precedente il secondo conflitto mondiale. Per tale motivo, il 1949 è l’ultimo anno in cui la Mugnaia viene rivelata al popolo la domenica sera, dopo essere stata prelevata dalla propria abitazione e dunque, al seguito di una fiaccolata ed accompagnata dalle figure del Generale, degli Ufficiali e dei Pifferi, condotta al Teatro Sirio per la presentazione ufficiale.  Nel 1950, per poter far presenziare la Mugnaia alla ripristinata storica rievocazione della Preda in Dora, il Comitato Organizzatore decide di anticipare la presentazione della Violetta al sabato sera. La domenica mattina, di conseguenza, la Mugnaia, passando da via Arduino per giungere al Ponte Vecchio, interviene per la prima volta alla Fagiolata Benefica del Castellazzo.
 
Nella foto: la Mugnaia Mariuccia Bozzello Benedetti e il generale Guido Foscale, nel 1963 alla Fagiolata Benefica del Castellazzo.

Galleria fotografica

Articoli correlati