Dramma sfiorato nella tarda mattinata di oggi a Ivrea. Una ragazza di 33 anni, madre di tre bambini, si è lasciata cadere nelle acque della Dora Baltea, all'altezza di Torre Balfredo, poco distante da casa. Per fortuna alcuni passanti si sono accorti di quella donna, di origini marocchine, e hanno subito chiamato aiuto. Sul posto sono intervenuti tre agenti della polizia municipale oltre ai vigili del fuoco di Ivrea. La 33enne è stata vista camminare lungo le sponde del fiume. Poi, a un certo punto, è caduta in acqua.

Dopo la chiamata al 112 le squadre di soccorso hanno iniziato a perlustrare le rive del torrente fino a quando i civich hanno notato la 33enne che, trascinata dalla corrente, stava cercando di aggrapparsi a qualcosa per tornare a riva. Insieme ai vigili del fuoco gli agenti si sono protesi per dare una mano alla donna, ormai già alle prese con un principio di ipotermia. Il salvataggio non è stato per nulla semplice, anche a causa della corrente, e solo dopo alcune delicate manovre vigili e pompieri sono riusciti a recuperare la 33enne riportandola sulla riva.

A quel punto la giovane mamma è stata affidata alle cure del personale del 118. Per precauzione è stata caricata in ambulanza e trasportat d'urgenza al pronto soccorso di Ivrea. Se la caverà. Ora toccherà agli agenti della polizia municipale fare luce sull'accaduto e sulle motivazioni che potrebbero aver spinto la 33enne a lasciarsi cadere in acqua. Per assistere i bimbi della ragazza, tutti minorenni, sono stati allertati i servizi sociali. Il marito della donna, che oggi si trovava all'estero per lavoro, è stato contattato dai civich e sta cercando di ritornare al più presto in Italia.

Galleria fotografica

Articoli correlati