Dopo tre anni e mezzo, cambio al vertice della compagnia carabinieri di Ivrea. Il capitano Domenico Guerra, 32 anni, questa mattina ha lasciato il Canavese per assumere il comando dei carabinieri di Cerignola, in Puglia. Va a sostituire il parigrado Michele Massaro, mentre a Ivrea è previsto l'arrivo di un maggiore (l'ufficialità è attesa entro la fine della settimana).

Al capitano Guerra va il merito di aver diretto la compagnia in un periodo particolarmente complicato, costellato anche da cinque omicidi, tutti risolti. Il più noto, arrivato alla ribalta delle cronache nazionali, tre anni fa, a pochi mesi dal suo arrivo, quando venne uccisa la professoressa Gloria Rosboch.

«Sono stati risolti numerosi casi di una certa importanza - conferma Guerra - si è trattato di un lavoro di squadra per il quale devo ringraziare i militari che in questi anni hanno lavorato nella compagnia di Ivrea, ma anche il personale della procura eporediese e tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio». Originario proprio della Puglia, Guerra, prima di prestare servizio ad Ivrea, ha comandato il nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Castelvetrano (provincia di Trapani). Ha frequentato l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali di Roma.

Galleria fotografica

Articoli correlati