IVREA - Attimi di forte apprensione, ieri, in serata, all'ospedale di Ivrea. Probabilmente a causa di un guasto tecnico, l'ospedale è rimasto senza ossigeno negli impianti. Un grosso problema soprattutto per il reparto di rianimazione dove deve essere garantita la ventilazione ai pazienti.

Medici e infermieri, che hanno agito con grande tempestività per evitare problemi ai ricoverati, hanno utilizzato le bombole di riserva, alcune trasferite anche da altri presidi sanitari, per far fronte alla temporanea emergenza. L'allarme è rientrato nel giro di un'ora e la situazione è tornata alla normalità poco prima delle 22.

Sono in corso gli accertamenti dell'Asl To4 per individuare la natura del guasto che ha provocato il calo di pressione. Da anni si discute sulla possibilità di costruire un nuovo ospedale in città anche a fronte dell'età di quello attualmente in servizio. 

«Non sappiamo cosa sia successo esattamente. Quello che ci hanno raccontato però è che si é dovuto ossigenare i pazienti con le bombole. Una situazione di una gravità inaudita che ha messo in grave difficoltà tutto il personale e che speriamo abbia trovato una veloce soluzione. Non abbiamo notizie tra l'altro di quale sia stata la causa di quanto accaduto, certo è che mentre si continua a parlare di un ospedale che andrebbe ricostruito come da anni sollecitiamo, succedono episodi come quello di ieri che metteno a rischio l'operato dei sanitari e soprattutto la salute dei cittadini», dice in merito Giuseppe Summa del Nursind.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati