Il male invisibile. È così che da alcuni viene definita la Fibromialgia, una sindrome a molti sconosciuta che colpisce circa il 4% della popolazione generale, con una predilezione per le donne che rappresentano il 90% dei soggetti coinvolti. Il paziente presenta una serie di gravi disturbi (dolore articolare e muscolare, disturbi del sonno, cefalea, vertigini, formicolii, disturbi digestivi, tachicardia, disturbi dell’udto o dell’equilibrio e molto altro ancora), soffocati solo dal dolore cronico, che intacca il sistema nervoso centrale e sovrasta ogni altra forma di percezione.

Nel corso della giornata del 12 Maggio, a sostegno della manifestazione internazionale, la fontana di Camillo Olivetti verrà illuminata - a cura del Comune di Ivrea - di luce di color viola, il colore simbolo della Sindrome Fibromialgica. Anche quest'anno Assoutenti è vicina ai pazienti e alle loro famiglie, chiedendo alle Istituzioni di riconoscere la Fibromialgia quale patologia cronica invalidante e approvando PDTA univoci, inserendo la stessa nei L.E.A.

La Giornata Internazionale della consapevolezza è stata istituita in occasione dell'anniversario della nascita di Florence Nightingale, avvenuta il 12 maggio 1820, sofferente presumibilmente delle tre sindromi, che le causarono grave invalidità, spesso senza alcuna possibilità di alzarsi dal letto, ma nonostante tutto non perse mai la voglia di impegnarsi in importanti
battaglie sociali e culturali: fra i molteplici riconoscimenti, a lei si deve anche la nascita del Corpo delle Infermiere volontarie della Croce Rossa Internazionale e la prima Scuola professionale per Infermieri.

Galleria fotografica

Articoli correlati