Quest’anno la rassegna internazionale di musica da camera “Gli Accordi Rivelati” è alla sua quarta edizione. E’ una realtà consolidata, con una sua precisa connotazione, che sta realizzando gli obiettivi che “Il Timbro” si era prefissato: educare all’ascolto di un genere musicale complesso e affascinante attraverso esecuzioni di elevata qualità, avendo come protagonisti affermati giovani musicisti e con l’aiuto delle lezioni del M.Antonio Valentino. Il variegato pubblico eporediese (e non solo) ha risposto con entusiasmo alle nostre proposte ed è diventato un protagonista curioso, partecipe, attento e propositivo degli eventi: caratteristiche uniche e preziose, rilevate talvolta con stupore da tutti i musicisti che si sono esibiti al Giacosa.

Con queste premesse “Il Timbro” rilancia una stagione di alto livello, con quattro concerti di musica da camera dedicati al quartetto d’archi con un programma vario, che spazia da Mozart alla musica contemporanea, includendo anche momenti di musica dodecafonica. Riprendendo la novità introdotta lo scorso anno, ci sarà un quinto concerto dedicato all’esecuzione di una composizione classica (l’integrale delle ballate di Chopin) affidata alla maestria di una “star” internazionale: il pianista serbo Aleksandar Madzar. Come nelle precedenti edizioni è risultata fondamentale per la realizzazione del progetto la collaborazione con altre storiche associazioni come “Xenia ensemble” e “Polincontri classica”.

Il formato non subirà modifiche: appuntamento al Teatro Giacosa di Ivrea la domenica sera alle 19 per la guida all’ascolto, apericena dalle 19.40 ed il concerto alle 20.30. E’ prevista la partecipazione al solo concerto. Non basta. Ivrea si rivela ancora una volta una città straordinaria: la collaborazione con le dirigenti scolastiche prof.ssa Anna Piovano (Istituto Comprensivo Ivrea1, scuole medie inferiori) e prof.ssa Lucia Mongiano (Liceo Classico Internazionale Carlo Botta) ha permesso la realizzazione di un progetto sperimentale che porterà ai concerti giovani studenti delle rispettive scuole preparati da attività di approfondimento. La gratuità della loro partecipazione sarà a completo carico dell’Associazione Il Timbro.

-Il primo concerto si terrà domenica 4 novembre 2018 in collaborazione col festival “Est Ovest” di Torino e vedrà protagonista il “Bresler Quartet”. Ci proporranno tre brani dal forte significato simbolico e dall’intenso senso lirico; Shostakovich, Dvorak e il compositore contemporaneo Fabio Vacchi (fra le sue molte opere, anche colonne sonore di film di Ermanno Olmi) i compositori.

-Il 25 novembre 2018 ci sarà il gradito ritorno dei giovani catalani del “Quartet Gerhard”. Avremo modo di apprezzare la loro evoluzione artistica che ha confermato ed ampliato il grande successo ottenuto in tutta Europa. Il programma, in coppia con il concerto del 16 dicembre, prevede musiche di W.A.Mozart e J. Brahms, oltre ad una "perla" dal carattere romantico di Anton Webern, il "Langsamer Satz".

-Nuovamente artisti catalani il 16 dicembre con il “Cosmos Quartet”, vincitori di numerosi premi internazionali. Suoneranno, sempre di Mozart e Brahms rispettivamente,  il quartetto n11, K.456 “delle dissonanze” ed il quartetto d’archi op.67. I due quartetti catalani ospiti ci daranno la possibilità di mettere direttamente a confronto le differenze fra i brani eseguiti, che sono sì stati scritti dagli stessi compositori [Mozart e Brahms], ma in contesti e momenti della loro vita molto diversi. Le influenze sul risultato finale, la musica saranno evidenti

-L’ultimo concerto cameristico si terrà il 24 marzo 2019 con i virtuosi del “Quatuor Hermes”, artisti di origine asiatica  residenti in Francia. Inizieranno il concerto con brevi pezzi di musica dodecafonica di Anton Webern, per tornare al romanticismo di Schubert ed all'ultimo quartetto, op.135,  del  grande L.V.Beethoven.

-Il 17 febbraio il concerto è affidato ad un interprete speciale: Il pianista serbo Aleksandar Madzar (attualmente docente al Conservatorio Reale di Bruxelles) interpreterà le Ballate n.1,2,3 e 4 di Friederic Chopin. La straordinaria sensibilità interpretativa dell’artista e la musica senza tempo di Chopin verranno precedute dalla lezione magistrale del M. Antonio Valentino per un evento da non perdere.

Gli abbonamenti ed i biglietti sono in vendita da mercoledì 17 ottobre al Contato del Canavese ed alla Galleria del Libro di Ivrea.

Galleria fotografica

Articoli correlati