IVREA - E' morto mentre stava lavorando sul Ponte Vecchio a Ivrea, colto da un malore fulminante che purtroppo non gli ha lasciato scampo. E' successo sabato intorno a mezzogiorno. Vittima Gianni Barbieri, 60 anni, addetto allo spazzamento di Scs, l'azienda che in città e nei Comuni dell'eporediese si occupa della raccolta rifiuti. Barbieri lo conoscevano un po' tutti in zona visto che era solito lavorare nel centro di Ivrea.

Abitava in via Aosta e tutti lo descrivono come un lavoratore meticoloso e capace. Sabato stava facendo il solito giro sul ponte vecchio quando, all'improvviso, si è sentito male. Alcuni passanti lo hanno visto aggrapparsi al parapetto del ponte prima di cadere a terra. Immediata è partita la richiesta di aiuto al 112. Poco dopo, dal vicino ospedale, è arrivata la prima ambulanza.

L'equipe medica ha trasportato d'urgenza l'uomo al pronto soccorso dove il suo cuore ha smesso di battere. La polizia ha chiuso l'accesso al ponte per permettere i rilievi dello Spresal dell'Asl To4. Barbieri aveva parcheggiato il mezzo Scs sulla piazza del Borghetto e, come previsto dalle sue mansioni, era andato sul ponte per procedere alla pulizia. Purtroppo quel malore non gli ha dato scampo.

Galleria fotografica

Articoli correlati