Pochi medici in servizio, l'Asl To4 li prende in prestito da Aosta. L'azienda sanitaria ha approvato una convenzione con l'azienda sanitaria della Valle d'Aosta per garantire la presenza di un medico in più nella struttura complessa di ostetricia e ginecologia dell'ospedale di Ivrea. Il medico, in «prestito» fino al 31 dicembre, si occuperà dei turni notturni. Secondo la convenzione, la consulenza prevede un impegno di un massimo mensile di tredici turni da dodici ore ciascuno (dalle 20 alle 8 per un massimo di 156 ore al mese). Un impegno di spesa, per l'Asl To4, di circa 140 mila euro. 
 
La necessità di acquisire, anche solo a titolo temporaneo, un nuovo dirigente medico è una risposta alle condizioni di criticità di organico che, all'ospedale di Ivrea, interessano anche altri reparti. L’Asl ha comunque concretizzato diversi innesti nell’ultimo periodo: solo a dicembre tredici nuovi medici hanno preso servizio negli ospedali del Canavese. Sette nuovi cardiologi (di cui quattro a Ivrea) e sei medici radiologi. 
 
La convenzione rinsalda una collaborazione tra le aziende sanitarie che va avanti ormai da tempo anche con medici del Canavese in servizio ad Aosta. La convenzione ha durata di un anno con l'auspicio che eventuali probemi di organico possano risolversi nel corso del 2020.

Galleria fotografica

Articoli correlati