Un francese di 29 anni è stato condannato questa mattina dal tribunale di Ivrea a sette mesi di reclusione per spaccio di droga. Nel suo camper i carabinieri di Chivasso, nel novembre del 2014, avevano ritrovato hashish e piante sospette. A "guardia" dello stupefacente, il 29enne aveva piazzato un serpente. Il rettile venne recuperato dai carabinieri insieme a due balestre (poste sotto sequestro) che si trovavano all'interno del camper parcheggiato a Chivasso. L'uomo, la cui pena è stata sospesa, è stato anche condannato al pagamento di 1000 euro di multa. Era stato lui ad avvertire i militari dell'Arma in merito alla presenza del serpente. In quell'occasione aveva specificato ai carabinieri che il rettile era velenoso.

Galleria fotografica

Articoli correlati