Cinque mesi di reclusione per un ventenne di Aosta condannato questa mattina dal tribunale di Ivrea per atti osceni. Il giovane aveva seguito un paio di ragazze ad Ivrea, tentando degli approcci e arrivando a mostrare loro i genitali. E' stato riconosciuto, dopo le indagini della polizia, da due donne e anche da alcune ragazzine minorenni della scuola superiore "Cena". Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a nove mesi di reclusione. Il 20enne, già detenuto per altri motivi, sconterà la condanna in carcere.

A presentare denuncia contro il 20enne erano state proprio due giovani di Ivrea. I fatti si sono svolti nel mese di maggio del 2016. La polizia, raccolte le segnalazioni, aveva effettuato diversi appostamenti nel tentativo di identificare il presunto maniaco. Anche perchè le segnalazioni delle vittime, sommate a quelle delle ragazzine del Cena, avevano generato una sorta di panico per il molestatore.

Galleria fotografica

Articoli correlati