IVREA - I carabinieri di Ivrea hanno arrestato l'altra sera un 57enne, disoccupato, pregiudicato, senza fissa dimora, responsabile di violenza ed atti persecutori nei confronti dell'ex compagna 50enne. Era stata proprio la donna, pochi giorni prima, a denunciare ai carabinieri della compagnia di Ivrea le continue minacce dell’uomo che non si rassegnava alla fine del loro rapporto sentimentale. E così, dopo essersi rivolta ai militari dell’Arma, la donna era fiduciosa che la denuncia potesse finalmente porre fine al suo stato di preoccupazione, ripristinando le proprie abitudini di vita, modificate per «sfuggire» ai continui pedinamenti.   

Così non è stato. L’altra sera, la donna, dopo aver incontrato l’ex nei pressi della stazione ferroviaria di Ivrea per un dialogo chiarificatore, è stata insultata e picchiata, riuscendo con difficoltà a divincolarsi. Il compagno, non ancora domo, raggiungeva poi l’abitazione della donna e suonando ostinatamente il campanello la costringeva a richiedere l’intervento dei militari. Il tempestivo arrivo della pattuglia dei carabinieri di Ivrea ha evitato più gravi conseguenze. 

L’uomo, in evidente stato di alterazione alcolica, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. E' stato quindi arrestato e associato al carcere di Ivrea a disposizione dell’autorità giudiziaria eporediese.

Galleria fotografica

Articoli correlati