Barbara D'Urso, a maggio, andrà a processo al tribunale di Ivrea per diffamazione. Lo ha stabilito il giudice del tribunale eporediese, Angela Rizzo, che ha respinto le richieste dei legali della conduttrice televisiva di spostare il processo, per competenza, al tribunale di Milano.

La D'Urso è imputata insieme ai giornalisti della trasmissione "Pomeriggio 5", Alessandro Cracco e Alessandro Banfi, per un servizio mandato in onda il 2 marzo 2016 sulle presunte relazioni amorose di Gabriele Defilippi, l'assassino della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte. Il servizio andò in onda dopo che Defilippi venne arrestato dai carabinieri insieme al complice Roberto Obert per l'omicidio della professoressa.

A denunciare il programma una donna residente in Canavese che si è costituita parte civile: il servizio in questione l'avrebbe descritta come una delle amanti di Defilippi e sarebbe stata lei ad avvicinare il ragazzo al consumo di sostanze stupefacenti. Circostanze negate dalla donna che ha denunciato i giornalisti. Il processo inizierà il prossimo 14 maggio.

Galleria fotografica

Articoli correlati