Una video-intervista realizzata dal programma di Barbara D'Urso, «Pomeriggio Cinque», diventa una prova nel processo in corso a Ivrea contro Caterina Abbattista, la mamma di Gabriele Defilippi, reoconfesso assassino della professoressa Gloria Rosboch. Lo ha stabilito il giudice Bevilacqua respingendo l'opposizione dei legali della donna (in particolare l'avvocato Zancan) che avevano chiesto di non ammettere l'intervista video nel processo.

Si tratta dell'intervista che Barbara D'Urso realizzò in studio a Sofia, una ex fidanzata di Gabriele Defilippi. In quell'occasione la ragazza disse cose precise sulla vicenda di Gloria Rosboch, anche in ordine ai rapporti con la mamma di Gabriele e con Gabriele stesso. Sofia sarà riascoltata in aula nel corso del processo che riprenderà il prossimo nove gennaio.

L'ammissione del video con l'intervista alla ragazza era stato oggetto di scontro tra i legali della Abbattista e il procuratore capo Giuseppe Ferrando che ha sostenuto la validità di quel video per il processo. Caterina Abbattista è a processo per concorso nell'omicidio e truffa ai danni di Gloria Rosboch.

Galleria fotografica

Articoli correlati